La cosa migliore da imparare da un brutto appuntamento

Nessuno è immune da un appuntamento sbagliato, soprattutto quando si tratta di appuntamenti. Purtroppo, non tutte le persone sono all’altezza delle nostre aspettative o riescono a far scoccare la scintilla che cerchiamo.

Dopo un appuntamento insoddisfacente, è importante valutare cosa è andato storto. Questo può aiutarci a evitare schemi di pensiero negativi come l’eccessiva generalizzazione o la catastrofizzazione di un’esperienza negativa.

1. Non dovete essere perfetti

I cattivi appuntamenti possono aiutarvi a capire che non dovete essere perfetti nelle vostre relazioni. Potete essere dei buoni ascoltatori, comunicare chiaramente e tenere sotto controllo le aspettative che vi stanno a cuore.

È anche utile imparare a essere disposti a cedere il controllo. Forse il vostro appuntamento è arrivato con 30 minuti di ritardo, e anche se è una scortesia, è qualcosa che non potete cambiare. Resistere all’impulso di denigrare la persona per il suo comportamento e attribuire invece la colpa a un errore di comunicazione può essere un buon esercizio di autocontrollo.

Infine, non dimenticate di parlare delle vostre esperienze di coppia. Discutere delle vostre esperienze con gli amici può renderle meno spaventose e anche più divertenti da raccontare. Inoltre, può farvi sentire come se non foste soli in questo processo a volte terrificante di ricerca di un partner.

2. Non dovete essere al centro dell’attenzione

All’indomani di un brutto appuntamento, è facile rimanere bloccati in pensieri negativi. Sia che ci si rimproveri di essere troppo sensibili o che ci si rimproveri per qualcosa che è accaduto al di fuori del proprio controllo, può essere difficile andare avanti.

Ma se siete disposti a guardare le vostre esperienze di coppia con occhi nuovi, potreste rimanere sorpresi da quanto potete imparare da esse. Ad esempio, se siete amanti della cavalleria e siete uscite con un uomo che non vi ha aperto le porte o non vi ha dato una buona prima impressione, potete trarne una lezione su cosa aspettarvi dai futuri appuntamenti.

3. Non è necessario essere la persona più intelligente

Sebbene si sia tentati di considerare ogni conversazione scomoda, ogni offesa accidentale e ogni serata insipida come un fallimento personale, un brutto appuntamento non significa necessariamente che abbiate fatto qualcosa di sbagliato. I cattivi appuntamenti fanno parte della vita di coppia e possono insegnarvi molto su ciò che volete e di cui avete bisogno in una relazione.

È anche importante essere disposti a rinunciare al controllo sulle cose che non si possono controllare. Per esempio, se il vostro appuntamento si presenta con 30 minuti di ritardo, invece di lasciare che questo rovini il resto della vostra serata, prendetelo come una lezione di pazienza e lasciate perdere. Se ne parlate con i vostri amici, potrebbero essere in grado di fornirvi la prospettiva di cui avete bisogno. Anzi, potrebbero persino aiutarvi a trovare un appuntamento migliore.

Se non vi sentite davvero a vostro agio con un appuntamento, non c’è niente di male a rinunciare. In effetti, Lifehacker riporta che tra le principali scuse addotte dalle persone che hanno deciso di rinunciare a un appuntamento ci sono la malattia, la morte di un parente, un’emergenza al lavoro e persino il ricordo di un compito che avrebbero dovuto svolgere prima dell’arrivo dell’appuntamento.

I cattivi appuntamenti non servono solo a conoscere le altre persone, ma possono anche insegnarci a essere più pazienti e comprensivi con noi stessi. Resistere all’impulso di denigrare il proprio accompagnatore o se stessi e riconoscere invece che un’errata comunicazione può creare un appuntamento scomodo aiuta a sviluppare l’empatia, dice Male, un’abilità essenziale per gli appuntamenti (e per la vita in generale). Inoltre, vi aiuta a capire che a volte ciò che va storto non è del tutto colpa vostra.

Anche se non avete il ritmo più naturale, è comunque possibile divertirsi ballando. E si può imparare a divertirsi ancora di più se si distoglie l’attenzione da se stessi.

Ciò significa non paragonarsi alla persona con cui si è in compagnia o criticarla per i suoi difetti. Significa anche concentrarsi su ciò che è andato bene.

Può essere difficile, ma è importante mantenere le cose in prospettiva. Un brutto appuntamento non è necessariamente un disastro e non siete gli unici ad averlo avuto. Parlare dei brutti appuntamenti con gli amici può aiutare a spostare l’attenzione e a rendere l’esperienza meno intensa. E chissà, potreste anche scoprire che la cosa diventa una questione da ridere. Questa è una buona cosa.